Cosa cambia in Movable Type 3.3 - Parte 1

E' uscito Movable Type 3.3, o per essere precisi Movable Type 3.31.
Sul piano commerciale e delle licenze abbiamo già visto i cambiamenti, concretizzati soprattutto nella rimozione dei limiti di autore per quanto riguarda le licenze personali.

Ma cosa cambia invece sul piano tecnico nella piattaforma?
Per scoprirlo ho usato come cavia il mio blog, installando in parallelo una nuova copia di Movable Type ed eseguendo l'aggiornamento da MT 3.2 a MT 3.31.
Vediamo i risultati.

La prima impressione

Pannello principale

A prima vista le modifiche sembrerebbero veramente poche. Il menu principale (Main Menu) è praticamente identico al precedente, salvo per una nuova icona: Tags.
Molto interessante, vedremo in seguito di cosa si tratta.

Altro? Sembrerebbe di no, a parte l'etichetta Weblogs inspiegabilmente trasformata in Go to.

Prima di lasciarci prendere dallo sconforto, continuiamo il nostro percorso nelle pagine di amministrazione accedendo al pannello System Overview.
Nulla di nuovo sul fronte della gestione in generale dell'amministrazione, salvo l'inserimento di un collegamenti diretto all'amministrazione dei permessi per i singoli utenti a partire dal pannello di controllo Author Profile. In quest'area compare inoltre un nuovo campo chiamato Tag Delimiter indicante la preferenza dell'utente in merito alla scelta del separatore per i tag. Cosa sono i tag? Ancora un attimo di pazienza, ci arriviamo subito.

Profilo autore

Novità sostanziali compaiono non appena arriviamo nell'area Plugin.
Una ricca nuova dotazione si è aggiunta alla lista dei plugin predefiniti, ma di questi ne parleremo in seguito.

Siccome praticamente tutte le opzioni disponibili in questa interfaccia sono replicate, ed in alcuni casi approfondite, nell'interfaccia di gestione di un singolo blog, addentriamoci nel pannello di controllo dei blog per scoprire una ad una le novità.

Dopo le categorie, arrivano i Tag

Per i più impazienti analizziamo subito le modifiche più strutturali alla piattaforma.
La grande novità di Movable Type 3.3 sono senz'altro i tag, questo nuovo modo di classificazione alla base di quello che è chiamato il web 2.0.

Fino ad oggi era possibile creare un nuovo post ed associarlo ad una categoria principale ed un numero indefinito di categorie aggiuntive. Era possibile contrassegnare ogni post da una o più keyword, ma mancava di fatto il passo successivo.
Oggi c'è: una completa gestione dei tag contraddistingue il cuore della nuova versione.

Vediamo allora come funziona il sistema.

Nuovo post

Nel pannello di creazione di un nuovo post è comparso un nuovo campo, chiamato Tag Tags. Se ancora non lo vedete niente panico, selezionate il link Customize the display of this page ed alla voce Editor Fields selezionate anche la casella Tags.
A questo punto potete associare quanti tag volete alla entry che state creando. Una volta inserito il nuovo post il sistema catalogherà i singoli tag, analizzando se erano già stati utilizzati e mettendo a disposizione un pannello per organizzarli.

E per i vecchi post? Purtroppo in fase di upgrade non c'è modo di inserire alcun tag per ogni singolo entry.
Sarà necessario modificare i vecchi post aggiungendo i tag desiderati.

Gestione tag

Il pannello di gestione dei tag è essenziale ma efficace. Riepiloga la lista di tutti i tag inseriti nei post del blog, con la possibilità di rinominarli o visualizzare i post associati al singolo termine.

Modifica tag

La gestione a tag di Movable Type 3.3 apre le porte a numerose novità, come ad esempio un sistema di analisi della corrispondenza tra post con altri pubblicati basati sulla relazione dei tag.

In parte era possibile sostituire la gestione dei tag con l'uso delle keywords, ma disporre di un sistema dedicato è senz'altro molto più efficace, senza considerare che l'amministratore dei blog ha a disposizione un riepilogo di tutti i tag inseriti in qualsiasi post di un qualsiasi blog.

Introduzione di feed come canale gestionale

Personalmente sostengo da tempo che i feed non dovrebbero essere utilizzati solo per la diffusione di news ma rappresentano uno strumento di notifica eccezionale se implementati in aree strategiche.
Six Apart sembra avere la stessa considerazione tanto da aver reso disponibile un feed per le principali aree di amministrazione.

Entries, Comments, Trackback e Activity Logs sono le sezioni per le quali un feed consente di seguire quasi in tempo reale l'andamento del blog.
Il formato scelto è l'Atom 1.0.

Entry Feed

Entry feed

E' il feed dei post. Riepiloga la lista di tutti i nuovi post creati, indipendentemente se sono stati schedulati, pubblicati o salvati come bozza.
Il contenuto del feed mostra i dati del post ed alcune opzioni correlate, come un link diretto per modificare o pubblicare la news, oltre che la ricerca per post dello stesso autore.

Activity Feed

Activity Feed

Contiene l'activity log, ovvero la lista delle ultime azioni registrate dalla piattaforma.
Ogni item del feed riporta come titolo il titolo dell'azione registrata.

Comment / Trackback Feed

Contiene la lista dei commenti e dei trackback.
Come per le entry, anche in questo caso una serie di link forniscono collegamenti per eseguire le principali azioni.

L'introduzione di questi feed sarà senz'altro accolta con entusiasmo da quanti gestiscono blog molto frequentati o si trovano ad amministrare blog multiutente o collaborativi.
Pensate a chi deve ogni giorno schedulare e coordinare l'attività su un blog: avere un feed con la lista dei nuovi post consente di poter immediatamente organizzare i nuovi contenuti mentre il feed dei commenti garantisce che eventuali azioni possano essere eseguite tempestivamente, come la censura di un commento SPAM.

Da segnalare che questi feed sono attivi solo a partire dall'upgrade in avanti, non contengono le informazioni relative a precedenti installazioni di Movable Type, anche se, ad esempio, è già disponibile una lista di post.

Nuovi plugin

Movable Type 3.3 integra nella dotazione standard alcuni nuovi plugin, oltre che aggiornamenti di quelli già esistenti.
StyleCatcher passa alla release 1.1 mentre la famiglia SpamLookup cresce alla versione 2.1.

La vera novità è però rappresentata da alcuni nuovi arrivi.

Google Search 1.0

Plugin Google Search

Questo plugin introduce due nuovi tag che permetto di integrare i template con un sistema di ricerca in Google.
Per attivarlo è necessario possedere una chiave delle API di Google, fornita gratuitamente dal motore di ricerca.

Feeds.App Lite

Plugin Feeds.App

Non è disponibile nella lista dei plugin del singolo blog, ma solo a livello amministrativo.
Questo plugin permette di configurare una lista di feed e di ripubblicarne i contenuti nel proprio blog, lasciando a Movable Type il compito di recuperare i singoli post e di mostrarli.

Il suo uso? Ad esempio, se scrivete su due blog potete configurare sul blog A un widget che legga i feed del blog B e mostri in un pannello laterale la lista degli ultimi post.

Esempio Plugin Feeds.App

La versione lite di questo plugin è gratuita ed integrata in Movable Type.
Il plugin completo è a pagamento per usi commerciali mentre è richiesta una donazione per usi personali.

Widget Manager

Plugin Widget Manager

Widget Manager è un sistema per gestire con maggiore semplicità i contenuti delle barre laterali del blog senza mettere in campo alcuna competenza di programmazione.
E' sufficiente creare uno o più Widget Manager e scegliere, da una lista di opzioni, quelle che si desidera implementare. Si inserisce il codice nel template ed il gioco è fatto.