Leggere i messaggi di Gmail con un lettore di feed

Google GmailOramai da qualche mese Gmail, la capiente casella email fornita da Google, ha affiancato il sistema classico di lettura della posta via interfaccia web con alcune innovazioni interessanti.

Dopo il supporto per il protocollo POP3 da qualche mese ciascun utente ha a disposizione un feed personale, nel formato Atom, che contiene tutte le email non lette nella casella.

Non si tratta di una vera e propria novità (d'altronde questa è la sezione articoli e non news ;o) ), tuttavia potrebbe rappresentarla per molti utenti che, per un motivo o per l'altro, non hanno mai approfondito la conoscenza di questa feature.

Tra l'altro, questa funzione si presta agli scopi più disparati: è possibile realizzarsi direttamente delle proprie interfacce personalizzate per la lettura delle email oppure sfruttare le potenzialità offerte dal feed per costruire su di esso un vero e proprio sito o portale.
Come dire... l'unico limite è la fantasia!

Vediamo invece come sfruttare questa funzionalità in modo classico, ovvero per leggere le email direttamente tramite un newsfeed. Non trattandosi propriamente di un RSS è necessario che il feed reader sia in grado di leggere il formato Atom per poter interpretare correttamente il documento e accetti il protocollo https con autenticazione.

Per lo scopo è stato usato l'efficace RSSOwl che, almeno nel mio caso, è diventato un compagno indispensabile per le sue funzionalità e le sue caratteristiche nei miei periodi di attività al computer.

Per approfondimenti su questo newsreader si rimanda alla sezione dedicata al programma.

Aggiungi un newsfeed Leggere le email di Gmail attraverso questo sistema è molto semplice. Il contenuto di ciascun feed è raggiungibile per qualsiasi utente all'indirizzo https://gmail.google.com/gmail/feed/atom a cui è possibile accedere fornendo i dati di autenticazione del proprio account.
La prima cosa è quindi aggiungere un nuovo newsfeed alla nostra raccolta.
Scegliamo la cartella che conterrà la sottoscrizione e poi mediante la combinazione di tasti CTRL+N (oppure File > Nuovo > Preferiti) attiviamo il pannello di inserimento di un nuovo feed.

Aggiungi il newsfeed Atom di Gmail Inseriamo l'indirizzo del newsfeed https://gmail.google.com/gmail/feed/atom nel campo URL/Path e premiamo il tasto Leggi il titolo dal newsfeed per lasciare che RSSOwl carichi automaticamente il titolo.

Apparirà una finestra di autenticazione dove sarà necessario inserire il proprio indirizzo email gmail e la password associata. Questo permetterà di accedere alla casella mediante il file e di poter leggere le proprie email e solo le proprie email.

Aggiungi un newsfeed E' possibile, spuntando la casella "Ricorda nome utente e password" istruire il programma permettendogli di memorizzare i dati inseriti. Questo eviterà di dover digitare nuovamente i dati di accesso ad ogni reload del feed.

Una volta confermato, se i dati sono corretti, apparirà il titolo del newsfeed che in inglese si presenta nella forma "Gmail - Inbox for nomeaccount" dove nomeaccount è il vostro indirizzo senza il dominio @gmail.com.
In base al programma scelto impostiamo le informazioni sull'aggiornamento del feed e confermiamo.
La nostra casella gmail è ora aggiunta all'elenco dei preferiti.

Leggi i messaggi su Gmail

E' possibile gestire il newsfeed come un qualsiasi altro preferito della raccolta. Aprendo il file viene mostrato l'elenco di tutte le email non lette dove ogni elemento è costituito dall'oggetto dell'email, il mittente e la data di invio.

Selezionando una email è possibile visualizzare un'anteprima con un link diretto per l'apertura dell'email nel browser.

Esporta le email in .pdf Trattandosi poi di un feed a tutti gli effetti è possibile sfruttare a pieno le funzionalità del lettore adottato, ad esempio per esportare l'elenco delle email in pdf, funzione altrimenti non offerta dall'interfaccia classica via web.

Al momento in cui si scrive non è possibile personalizzare il feed. Non è ad esempio disponibile la generazione di atom basati sulla suddivisione in etichette o basandosi sui filtri della casella.

Non è tuttavia escluso che queste e molte altre idee facciano la loro comparsa in futuro.
Ovviamente sarà nostra premura documentarle se e quando saranno disponibili.