FeedBurner svela il nuovo volto

Qualche giorno fa avevamo pubblicato l'anteprima della nuova struttura di FeedBurner.
Dick Costolo aveva specificato che non erano previste date certe per l'aggiornamento del nuovo sistema ma, quello che è certo, è che gli utenti non hanno dovuto aspettare più di qualche giorno per trovarsi il pannello di controllo magicamente ridisegnato.

Così, da inizio mese, FeedBurner si presenta completamente e piacevolmente rinnovato rivelando, ancora una volta, la volontà del team di sviluppo di offrire una piattaforma competitiva ma allo stesso tempo semplice ed intuitiva.
Le modifiche sono strettamente estetiche e funzionali e, come commenta Matt Shobe, nulla in particolare è stato modificato nel sistema che gestisce gli account. L'obiettivo di FeedBurner, continua Matt, era quello di migliorare l'organizzazione degli strumenti messi a disposizione ai publisher.

Le modifiche si notano già dalla prima pagina.
La continua crescita dei feed per utente ha portato alla necessità di spostare l'elenco dalla home page che, poco per volta, cominciava a diventare affollata ma soprattutto pesante. Un chiaro messaggio invita a seguire il collegamento My Feeds per accedere alla lista dei propri file dove, già dalla pagina generale, è possibile consultare i dettagli del numero di visitatori ed un mini grafico settimanale del traffico sostenuto.

La grande ristrutturazione, tuttavia, è concentrata nell'area di gestione dei singoli feed. Le opzioni sono suddivise in 5 tab (Analize, Optimize, Publicize, Monitize, Troubleshootize) che permettono di raggiungere e caricare velocemente solo le impostazioni relative al singolo argomento.
Due nuove voci, chiamate Your Feed e XML Source, agevolano la lettura dei contenuti del feed e la visualizzazione del codice XML.

Come in un vero changelog, questa volta il team di FeedBurner ha raccolto le modifiche più importanti e le ha rese disponibili disponibili, corredate da screenshot, nel riepilogo dei cambiamenti.