Google inaugura la ricerca nei blog

La notizia della settimana è certamente questa: Google ha reso disponibile Google Blog Search, un motore specializzato in ricerche nei blog.
Con questa mossa il colosso delle ricerche ha certamente spiazzato tutti, dopo essere stato giudicato a più riprese apparentemente restio ad abbracciare i formati RSS ed Atom.

Blog Search è disponibile in 4 modalità. E' possibile accedervi mediante:

Come di consueto, il motore offre una ricerca classica ed un'interfaccia avanzata per una gestione completa delle preferenze di interrogazione.
Quasi tutte le opzioni della versione avanzata sono tuttavia disponibili tramite appositi operatori che, anteposti alle parole, consentono di raffinare i risultati.

Proprio a proposito degli operatori, Blog Search introduce 4 nuovi termini:

  • inblogtitle: - restringe la ricerca della chiave al titolo del blog
  • inposttitle: - restringe la ricerca della chiave al titolo del post
  • inpostauthor: - restringe la ricerca della chiave all'autore del post
  • blogurl: - restringe la ricerca della chiave all'indirizzo del blog

Google precisa inoltre che tutti gli operatori standard sono anche disponibili su Blog Search.
In aggiunta, è possibile restringere i risultati della ricerca ad una qualsiasi delle 35 lingue disponibili attraverso l'interfaccia avanzata.

Per quanto riguarda l'indice e le modalità di ricerca, Google afferma che i contenuti non sono limitati all'archivio dati del servizio Blogger.
I blog presso questa piattaforma sono automaticamente indicizzati mentre per gli altri è sufficiente rendere disponibile un feed Atom o RSS. In seguito, per segnalare il proprio feed, è possibile usare uno strumento di ping come Weblogs.com o, in alternativa, il più completo Ping-O-Matic. Lo spider provvederà automaticamente a leggere il feed ed indicizzarne il contenuto. Google non esclude la possibilità di offrire in futuro un più completo modulo di segnalazione.

La struttura organizzata di un feed consente di certo un'indicizzazione semplificata e dello stesso parere sembra essere anche il motore di ricerca. Google ha affermato che la digestione dei feed avverrà in maniera decisamente più rapida.
Al momento l'archivio comprende contenuti non meno recenti di giugno 2005 ma in futuro è possibile che vengano recuperati dati meno recenti.

Chi non desiderasse essere incluso nell'indice può escludere il feed attraverso il robots.txt o, in alternativa, usare i meta tag NOINDEX, NOFOLLOW.

Come per Google News, anche per Blog Search è possibile iscriversi ad un feed contenente i risultati delle ricerche.

Maggiori informazioni su Google Blog Search sono disponibili nelle faq del motore.
Se invece preferite catapultarvi a provare il servizio ecco un link diretto: Google Blog Search.