RSS più sicuro ed ora più adatto alle aziende

eWeek.com and internetnews.com report that RSS just became more secure and thus more appropriate for wider enterprise use.

E' con queste parole che MarketingStudies apre un articolo dedicato ai possibili sbocchi aziendali per l'RSS.
Secondo recenti studi aziende e software hanno fatto notevoli passi avanti in questi mesi per garantire al formato migliori livelli di sicurezza. Più sicurezza significa, di conseguenza, maggiore affidabilità e la possibilità di delegare a dialetti dell'XML lo scambio di dati maggiormente sensibili, come ad esempio carte di credito.

Reactivity è attualmente la prima compagnia ad aver pubblicamente dichiarato lo sviluppo e l'adozione di un sistema di sicurezza per agevolare lo scambio di informazioni attraverso formati XML. La propria struttura, afferma l'azienda, è tale da consentire agli utenti la trasmissione crittata di feed RSS.

La prima reale applicazione concreta di queste affermazioni arriva da SimpleFeed.
La società si sta occupando di implementare un servizio di notifica per una banca americana che consentirà di ampliare i servizi di Online Banking introducendo un sistema di notifiche ai clienti delle transazioni.

Quanto riportato sopra rappresenta uno scenario decisamente interessante quanto pericoloso. Se da una parte è necessario incrementare il livello di sicurezza delle sorgenti del feed (banche, uffici, aziende...), dall'altra è altrettanto necessario assicurarsi che il destinatario del file sia in grado di usare strumenti che offrano un elevato livello di privacy.

Nel caso dei web aggregator, uno tra tutti Bloglines, non dimentichiamoci che queste piattaforme provvedono a leggere ed indicizzare l'intero contenuto del feed rendendolo potenzialmente disponibile anche per altri utenti. Cosa succederebbe se io leggessi il mio estratto conto attraverso un RSS e lo stesso fosse miracolosamente disponibile anche ad altri account nell'indice di ricerca?
Se ritenete che questa situazione sia lontata dal concetto attuale dovete ricredervi. La conferma arriva, ad esempio, da FeedBurner che raccomanda caldamente agli utenti di non leggere il proprio FeedBulletin attraverso servizi online.

As a general rule, you should not add FeedBulletin to any web-based news aggregator, such as Bloglines, My Yahoo!, or NewsBurst. These services will index your feed and make its contents searchable by anyone. You can apply username/password authentication to your feed to prevent it from being easily indexed, but it's better to be safe than sorry by not listing it in a web-based reader in the first place. It's best to use a desktop news aggregator, such as FeedDemon, Safari in Mac OS X Tiger, or NetNewsWire to subscribe to your Personal Feed.

Attenzione a valutare sempre attentamente il fattore sicurezza dei dati, soprattutto se si parla di un sistema del quale non potete avere fisicamente il controllo.
A tal proposito, può essere utile questo piccolo strumento segnalato tempo fa da RSS World: Controlla la sicurezza del tuo feedreader.

Fonte: RSS Just Became More Secure and Thus More Appropriate for Enterprise Implementation.