Gli RSS contro il Phishing

MyTech riporta un interessante articolo analizzando la prospettiva di combattere il phishing servendosi dei feed.
Secondo MyTech, potrebbe essere opportuno creare un canale RSS preferenziale tra le aziende ed i propri clienti per distribuire direttamente le notizie.

La proposta è senz'altro molto interessante ma è fattibile solo nel momento in cui si preveda una formazione preliminare del cliente, come giustamente Martina Zavagno osserva.

L'idea non è nuova e già altre aziende hanno adottato questo sistema. FeedBurner, che da sempre è un passo avanti nel campo feed, mette a disposizione degli utenti un FeedBulletin, ovvero un RSS personale per l'invio delle comunicazioni tra azienda ed utente.

FeedBulletin

Un altro esempio è rappresentato da AdMaiora che con AdMaiora Source offre ai propri clienti news personalizzate per categorie di loro interesse promuovendone l'iscrizione.

E' importante ricordare che, come qualsiasi altro file, anche il feed può essere protetto da autenticazione consentendo l'accesso solo agli utenti autorizzati.
Questo garantirebbe la privacy degli utenti o di clienti aziendali.

Martina Zavagno

La sfida inizia così con la necessità di "educare" i propri clienti al Rss.

Secondo noi, nonostante l'impegno inizialmente richiesto, ne varrebbe la pena, per la fine del phishing ed il ritorno del direct marketing on line.

Phishing? Si combatte con gli Rss

Un piccolo appunto alle considerazioni di Martina. Prima dei clienti, è necessario formare le aziende e motivarle nell'adozione di questo sistema.