Bloglines propone un nuovo standard per regolare l'accesso ai feed

Ogni informazione pubblicata attraverso ad un feed è inevitabilmente esposta alla pubblica lettura di chiunque, salvo che in qualche modo non si intervenga a monte dotando di una password l'accesso ai canali RSS/Atom.
Ma questa non è una soluzione.

L'evoluzione dell'uso dei formati XML/RSS ha portato molti servizi a generare feed privati per account.
Ad esempio FeedBurner fornisce FeedBulletin, uno speciale feed indirizzato ad ogni utente che contiene avvisi sullo status dei feed gestiti attraverso la piattaforma. Flickr e MySpace dispongono di account privati con relativi feed.

Il problema a monte dell'attuale struttura di un feed è che, sebbene il contenuto di questi feed sia in genere da considerarsi come privato, nel momento in cui un qualsiasi utente decide di adottare un servizio come Bloglines o NewsGator per tracciare questi contenuti, automaticamente entrambi inseriscono tutti i dati nel proprio indice di ricerca.
Il risultato è che sebbene i feed nascano come privati, un qualsiasi utente potrà individuarne e leggerne il contenuto semplicemente eseguendo una ricerca.
Un esempio? Ecco alcuni feed "privati" di FeedBulletin individuati attraverso Bloglines: Results for: '"feedbulletin for".

Per risolvere questo problema Bloglines ha proposto oggi l'introduzione di un nuovo standard di esclusione basato sull'uso di un namespace particolare ed un tag corrispondente.
Questo metodo prende l'idea da uno standard de facto già largamente diffuso per i siti web, ovvero l'esclusione di pagine attraverso l'uso del file robots.txt.

Il nuovo feed funzionerebbe più o meno in questo modo.
Inserendo nella dichiarazione del feed la dichiarazione del namespace
xmlns:access="http://www.bloglines.com/about/specs/fac-1.0"
si avverte il parser di prendere in considerazione questo particolare modulo.

Immediatamente dopo la dichiarazione del feed si fa seguire il tag <access:restriction/> con l'indicazione di inclusione o esclusione del contenuto.

<access:restriction relationship="allow" />

consente la lettura, la scansione e l'indicizzazione.

<access:restriction relationship="deny" />

nega ogni autorizzazione.
E' importante sottolineare che questo metodo non nasconde fisicamente il contenuto da sguardi indiscreti, evita tuttavia che i contenuti vengano analizzati ed indicizzati in un processo automatico.
Chiunque sarà a conoscenza dell'URL del feed potrà ugualmente leggerne gli elementi.

La proposta di Bloglines è senz'altro un eccezionale passo avanti per l'evoluzione dei formati RSS e Atom.
Lanciata l'idea è importante monitorare quanti e quali strumenti, lettori e parser si adatteranno a questo tag.

Di certo c'è da auspicarsi che questa implementazione non tardi ad essere confermata, a garanzia della privacy degli utenti e di un maggior controllo delle informazioni.